Il Puzzone di MALGA


 


Malga San Pellegrino tra la Cima Uomo e il Col Margherita, Malga Bocche immersa nel Parco Naturale di Paneveggio sulla “terrazza” vista Pale di San Martino tra le più belle che ci sia, Malga Toazzo nei silenzi del Lagorai, Malga Gardonè alle pendici del Latemar e dei suoi “campanili” e Malga Valmaggiore sotto l’imponente Cima Cece… è in questi luoghi che in estate pascolano i nostri capi e da questi luoghi arriva il nostro latte d’alpeggio!
Latte ancor più speciale che destiniamo ad una produzione speciale, quella del Puzzone di Moena di MALGA.
Durante il periodo d’alpeggio infatti, da giugno a settembre, con il latte proveniente dalle malghe, produciamo un formaggio che per metodo di lavorazione e stagionatura non si differenzia dal Puzzone di Moena tradizionale, ma il cui gusto risulta completamente diverso… Morbido e avvolgente racchiude il gusto di tutte le erbe ed i fiori presenti nei pascoli…
Grazie all’eccellenza qualitativa di questo formaggio ma soprattutto a valori come la tutela dei saperi produttivi tradizionali, all’adozione di pratiche produttive sostenibili e “pulite” che preservano il territorio a cui siamo fortemente legati ed anche all’approccio etico di questa produzione, dal diversi anni il Puzzone di Moena MALGA è entrato a far parte dei Presidi Italiani di Slow Food, che tutelano produzioni  così delicate.
Un dettaglio che rende il Malga ancora più ricercato è la produzione limitata ai soli periodi d’alpeggio, questo fa si che vengano prodotte solo poche forme, riconoscibili dalla “M” sullo scalzo tutte speciali ed apprezzate.


Leggi anche :

Fasi di produzione del Puzzone di Moena
Scheda prodotto Puzzone di Moena

La Storia del Puzzone di Moena
Link Utili :